Lost and Delirious

Pagina 1 di 11 1, 2, 3 ... 9, 10, 11  Seguente

Andare in basso

Lost and Delirious

Messaggio Da Light. il Mar Mag 20, 2008 7:48 pm

E' quasi un anno che scrivo questa fan fiction. Sono mesi che non vado più avanti, ma mi mancano pochi capitoli alla conclusione. Devo dire che fic ne ho scritte molte, ma questa è la mia preferita. Non l'ho pubblicata da nessuna parte, solitamente aspetto di finire una storia prima di postarla in siti e forum. Stavolta, però, faccio un'eccezione, voglio finalmente far leggere questa storia a qualcuno. E' una fan fiction sulla saga di Harry Potter, e spero vi piaccia.


Lost and Delirious

autore: Light.
beta-reader: mary_jane
rating: Rosso


1.

Draco aprì gli occhi.
Cercò invano di riaddormentarsi, cambiando posizione. Richiuse gli occhi, gustandosi il calore delle coperte, ma ormai era completamente sveglio e non si sarebbe più riaddormentato. Tentar non nuoce.
Guardò la sveglia sul comodino. Sette e dieci. Ben quattro ore di sonno. Mica male.
Come tutte le mattine, cercò di ricordare cosa aveva sognato. Si concentrò sul sogno appena fatto, su quello stesso sogno che da quasi un anno lo tormentava ogni notte, e che al tempo stesso lo aiutava.
Perché ormai quel sogno era diventato una delle poche cose, se non l'unica, per cui valeva ancora la pena di vivere.
Dopo un minuto, capì che era inutile. Beh, tentar non nuoce...
Si alzò dal letto, e dal buio della camera passò alla penombra della cucina.
Mise sul fuoco la caffettiera preparata la sera prima, e si sedette al bancone in granito.
Un anno, pensò. E' trascorso un anno. Un anno passato dalla fine della sua vita. Pensava di non potercela fare, e invece eccolo lì. Giorno dopo giorno, era arrivato ad un anno. Che era sembrato lungo un secolo.
Il fischio della moka lo riscosse dai suoi pensieri. Il ragazzo si alzò e spense il fuoco. Prese una tazzina dalla credenza e si versò abbondantemente del caffè.
Senza aggiungere lo zucchero, si sedette al bancone, aspettando che il caffè si raffreddasse.
Poi il campanello suonò.
Draco sussultò. Quante volte aveva sentito suonare il campanello da quando si era stabilito in quella casa? Due volte, forse tre? No, due... Solo due persone erano entrate in casa sua. E adesso chi era?
Lentamente, raggiunse l'ingresso.
Non aprire, non aprire, non aprire... Una parte di lui aveva come un presentimento. Sapeva già che la persona dietro quella porta non avrebbe portato altro che guai. O dolore. O altre cose comunque non desiderate.
Non aprire, non aprire, non aprire... Stava quasi per tornare indietro, quando la curiosità prevalse.
Così aprì la porta. E mandò a fanculo la sua dannata curiosità.

****

- Cosa vuoi? - chiese con voce roca, quando finalmente le sue funzioni primarie tornarono in moto. Era rimasto come ghiacciato. Con che coraggio si era presentato lì? Con che coraggio aveva suonato il campanello della sua casa?
Si sentiva freddo come un morto. Anche se il cuore batteva forte, troppo forte.
- Anch'io sono felice di vederti, Draco - fece il ragazzo.
Felice di vedermi? Sbaglio o mi ha chiamato "Draco"?
Era stupito come non mai. Si sentiva premere qualcosa, un qualcosa che era dentro di lui. Emozione. Rabbia, odio, voglia di uccidere. O semplicemente dolore.
Certo, non era cambiato di una virgola. Sguardo strafottente e odiabile fino al limite, capelli corvini che andavano dove volevano loro, e due occhi verdi e luminosi come due fari. E infine la cicatrice.
- Cosa cazzo vuoi? - ripetè Draco.
Il mezzo sorriso che stava per comparire sul volto di Harry morì sul nascere. In fin dei conti, che diritto aveva lui di presentarsi lì e pretendere che Malfoy lo salutasse con baci e abbracci?
- Volevo... voglio parlarti.
Draco non rispose neanche, si limitò a spingere fulmineo la porta di casa. Harry però, mise velocemente un piede in mezzo per bloccarla.
- Vattene - sibilò Draco, tentando di chiudere la porta nonostante il piede di Potter.
- Senti, lo so che sono l'ultima persona al mondo che vorresti vedere. Ma davvero, ti voglio parlare. Anche se mi odi con tutto il cuore, anche se il tuo desiderio più ambito è vedermi morire tormentato da una Cruciatus infinita, per favore, fammi entrare.
Draco ammutolì. Aprì lentamente la porta, come in trance. Si spostò di lato per far passare Harry.
- Il mio desiderio più ambito non è vederti morire tormentato da una Cruciatus - mormorò Draco, mentre Harry gli passò accanto per entrare. Poi, senza aggiungere nient'altro, si recò in cucina, seguito dal suo ospite.
Si sedettero entrambi, uno di fronte all'altro.
- Vuoi un po' di caffè? - chiese Draco glaciale. Harry annuì silenzioso.
Il padrone di casa si alzò e prese un'altra tazzina, riempiendola e poggiandola di fronte a lui.
- Io... io sono venuto qui per darti una cosa - disse poi il moro. Draco lo fulminò con lo sguardo.
- Non dovevi parlarmi?
- Anche. Ma soprattutto... devo darti una cosa.
Draco si alzò in piedi, tazzina in mano, e si appoggiò con il fondoschiena sul granito della cucina.
Iniziò a sorseggiare, guardando fuori dalla finestra. Harry prese il gesto come un chiaro invito a proseguire, e così fece.
- Di certo ti ricorderai... quella notte. Quella notte in cui è... è successo tutto...
Un rumore di ceramica in frantumi, caffè e cocci di tazzina sulle piastrelle bianche, e il viso di Draco rosso come il fuoco.
- VATTENE DA QUI. FUORI! - urlò in direzione di Potter. Questo esitò.
- FUORI DI QUI! - continuò Draco urlando.
- Scusa, Draco, non volevo. Aspetta almeno... - tentò di rimediare Harry.
- HO DETTO FUORI... E NON CHIAMARMI DRACO! - sbraitò il biondo, che si trattenne dal prendere la bacchetta e mandare fuori il Grifondoro a saette in culo.
- No, non me ne vado - fu la reazione pacata di Harry.
Draco per poco non scoppiava. Dannato di un Potter, testardo come sempre!
- Sono venuto qui per fare una cosa, e intendo farla. Per favore, Malfoy, siediti e ascolta.
Forse fu il fatto che Harry l'avesse chiamato per cognome che calmò un po' Draco. Così si sedette, guardando Harry negli occhi con uno sguardo da muoviti-o-ti-desintegro.
Harry se l'era aspettato... Come biasimarlo, dopo quello che era successo?
- Innanzitutto io... Io volevo dirti che mi dispiace. Non te l'ho mai detto, dopo quella notte. Silente mi aveva detto che era meglio tenere le distanze da te, per non incitarti a... a vendicarti.
Saggio consiglio, pensò Draco, che stava utilizzando al limite tutto il suo autocontrollo per non riempire Harry di sortilegi.
- Sai, non sono parole dette così per fare la figura del falso pentito. Ti posso capire, e capisco che tutto ciò che vorresti fare è riempirmi di sortilegi o che so io...
Draco rimase zitto. Aveva mille motivi per odiare quel ragazzo, ma ne aveva altri mille per non farlo.
- Tu... tu hai fatto quel che... - iniziò Draco, ma Harry lo interruppe.
- Quel che dovevo fare, sì. Ma non ho comunque scuse. Fai bene ad essere arrabbiato con me - disse Harry, uno sguardo triste e sofferente. Ad un certo punto, Malfoy si alzò.
- Cosa vuoi, Potter?
- Come?
- Ti ho chiesto cosa cavolo vuoi. Non sei venuto qui per chiedermi soltanto scusa. Se non sbaglio, prima hai detto che dovevi darmi qualcosa. Forza, dammela, e vattene.
Harry, senza dire niente, si alzò, estraendo dalla tasca la sua bacchetta magica. Con un lieve dondolio di questa, fece comparire sul tavolo una scatola nera. Lunga, fine, e nera.
Draco, confuso, la aprì. Conteneva una bacchetta, rossa e lunga. La riconobbe subito, e dovette appoggiarsi di nuovo sul bancone per non rovinare a terra.
Gli occhi gli divennero lucidi, e le mani che stringevano il dono iniziarono a tremare.
- L'ho recuperata da terra, quella sera. Volevo dartela... volevo dartela prima, ma non ne ho avuto le forze. Solo stamattina ho capito che è già passato un anno e…dovevo ancora dartela.
- Pe-perchè? - chiese Draco, la voce tremante.
- Perchè è giusto così. Puoi farne quello che vuoi, ma di certo io non posso tenerla.
Sempre stringendo la bacchetta, il biondo indicò l'uscio.
- Ora vattene - sibilò, la voce stanca di chi ha appena partecipato ad una maratona.
- Come vuoi - disse Harry, alzandosi. Si avviò piano fino all'uscita. Aprì la porta e si volse indietro. Draco lo stava guardando.
- Malfoy... ti capisco. Capisco come ti senti. Capisco cosa provi la mattina quando ti svegli, o la notte prima di andare a letto. Capisco perché a volte piangi senza un apparente motivo, capisco perché vorresti morire e farla finita. Non sei l'unico a cui un anno fa è stata strappata l'anima.
Detto questo, uscì di casa, richiudendo la porta dietro di sè.

****

- Gratta e netta - mormorò Draco all'indirizzo dei cocci e del caffè sul pavimento della cucina. Solo quando questi sparirono, Draco si accorse di non aver usato la sua bacchetta, ma quella rossa che stava stringendo in mano da cinque minuti.
Sentì calde lacrime scivolargli giù per le guance.
Senza pensarci, arrancò fino al soggiorno e si lasciò cadere sulla poltrona di chintz davanti alla televisione.
Chiuse gli occhi, stanco. Di se, della sua vita. E di Potter, quel babbeo insensibile che andava a trovarlo a casa un anno dopo per chiedergli scusa. E per palesargli in faccia il suo passato.
Una voce, però, gli rimbombò in testa. La voce di Potter.
Non sei l'unico a cui un anno fa è stata strappata l'anima...




--------------------------------

Beh, spero vi sia piaciuto. Ovviamente l'incipit può rivelare molte cose, ma solitamente per capire se una fic piace o no occore leggere i primi 3 capitoli. In ogni caso, se avete letto, commentate, a volontà, che vi sia piaciuta o no. GLi scrittori vivono dei commenti altrui. XD


Ultima modifica di Light. il Mar Ago 19, 2008 3:10 pm, modificato 3 volte

_________________

Dove si trova la bellezza? Nelle grandi cose che, come le altre, sono destinate a morire, oppure nelle piccole che, senza nessuna pretesa, sanno incastonare nll'attimo una gemma di infinito?

Lost and Delirious
avatar
Light.
Admin

Maschile
Numero di messaggi : 3201
Data d'iscrizione : 07.02.08

Vedi il profilo dell'utente http://skins.forumitalian.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lost and Delirious

Messaggio Da Jack il Mar Mag 20, 2008 9:11 pm

bello!mi è piaciuto molto! ... l'unica cosa che non mi sembra il massimo è l'utilizzo di espressioni come "saette in culo" o "fondoschiena", rovinano un po' l'atmosfera creata. Per il resto mi è piaciuto molto, è molto in stile "Harry Potter" cioè con dialoghi che non rivelano troppo ma neanche troppo poco. Quindi se dovessi dare un voto darei 8+
avatar
Jack
SemiDio
SemiDio

Maschile
Numero di messaggi : 1170
Età : 23
Località : Milano
Data d'iscrizione : 04.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lost and Delirious

Messaggio Da luchino93 il Mar Mag 20, 2008 10:14 pm

bellobello continua!!!!!!!ma a che notte si riferisce harry?e cos'è la scatola nera?daidaidai sn curiosocuriosocurioso!!!!
avatar
luchino93
Principiante
Principiante

Maschile
Numero di messaggi : 49
Località : Casa Mia (San Donà Di Piave)
Data d'iscrizione : 19.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lost and Delirious

Messaggio Da OvittaCopuLli il Mar Mag 20, 2008 10:21 pm

mi è piaciuto davvero!!!sisi..però come dice jack alcuni termini usati soprattutto nei dialoghi di draco sono un pò fuori posto..per il resto mi piace come con quel velo di mistero che invita a leggerla^^
avatar
OvittaCopuLli
Divinità Capo di Skins Italian Forum
Divinità Capo di Skins Italian Forum

Femminile
Numero di messaggi : 2250
Età : 27
Località : brescia
Data d'iscrizione : 26.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lost and Delirious

Messaggio Da Konrad37 il Mer Mag 21, 2008 7:04 pm

bellooooooo*_*!!!mi è piaciuto davvero tantissimo...se devo dare un voto 9+...l'unica cosa che non mi è piaciuto sono stale le espressioni tipo culo,o cazzo,stonavano un po...almeno secondo me poi non so...
avatar
Konrad37
Divinità Capo di Skins Italian Forum
Divinità Capo di Skins Italian Forum

Maschile
Numero di messaggi : 5004
Età : 23
Località : 日本
Data d'iscrizione : 08.02.08

Vedi il profilo dell'utente http://1checcacometnt.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lost and Delirious

Messaggio Da Light. il Mer Mag 21, 2008 8:00 pm

Sono davvero contento che vi sia piaciuta! Che bello ^^
Come dice Teresa, c'è un velo mistero. E' una fanfiction che non comprende solo i fatti che accadono cronologicamente. La storia ha un passato, come avrete già capito, un passato dove sono successe cose che non si possono ignorare ai fini della storia che vivono adesso Harry e Draco. Ma pian piano, specialmente grazie ad alcuni flashback, si capisce tutto.
Per le espressioni, diciamo che è una fan fiction, e per stile si allontana un po' da quello di J.K.Rowling. La scuola è finita, e il mondo dove vivono è quello reale. E, diciamocelo, è normale che un ragazzo usi parole come "cazzo" al posto di "cavolo". Per quanto riguarda espressioni come "prendere la bacchetta e mandare fuori il Grifondoro a saette in culo", beh, certo non è la frase adatta ad un libro per bambini, ma ho voluto dare alla fic un profilo di velata ironia, cercando sempre di non esser mai volgare.
Stasera posto il secondo capitolo. E' prestino per farlo, ma sono contento che abbiate commentate così in tanti :-D

_________________

Dove si trova la bellezza? Nelle grandi cose che, come le altre, sono destinate a morire, oppure nelle piccole che, senza nessuna pretesa, sanno incastonare nll'attimo una gemma di infinito?

Lost and Delirious
avatar
Light.
Admin

Maschile
Numero di messaggi : 3201
Data d'iscrizione : 07.02.08

Vedi il profilo dell'utente http://skins.forumitalian.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lost and Delirious

Messaggio Da Jack il Mer Mag 21, 2008 8:17 pm

Light. ha scritto:Sono davvero contento che vi sia piaciuta! Che bello ^^
Come dice Teresa, c'è un velo mistero. E' una fanfiction che non comprende solo i fatti che accadono cronologicamente. La storia ha un passato, come avrete già capito, un passato dove sono successe cose che non si possono ignorare ai fini della storia che vivono adesso Harry e Draco. Ma pian piano, specialmente grazie ad alcuni flashback, si capisce tutto.
Per le espressioni, diciamo che è una fan fiction, e per stile si allontana un po' da quello di J.K.Rowling. La scuola è finita, e il mondo dove vivono è quello reale. E, diciamocelo, è normale che un ragazzo usi parole come "cazzo" al posto di "cavolo". Per quanto riguarda espressioni come "prendere la bacchetta e mandare fuori il Grifondoro a saette in culo", beh, certo non è la frase adatta ad un libro per bambini, ma ho voluto dare alla fic un profilo di velata ironia, cercando sempre di non esser mai volgare.
Stasera posto il secondo capitolo. E' prestino per farlo, ma sono contento che abbiate commentate così in tanti :-D
Non vedo l'ora di leggerlo!...voglio capirne di più su questa faccenda!
avatar
Jack
SemiDio
SemiDio

Maschile
Numero di messaggi : 1170
Età : 23
Località : Milano
Data d'iscrizione : 04.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lost and Delirious

Messaggio Da OvittaCopuLli il Mer Mag 21, 2008 8:18 pm

Light. ha scritto:Sono davvero contento che vi sia piaciuta! Che bello ^^
Come dice Teresa, c'è un velo mistero. E' una fanfiction che non comprende solo i fatti che accadono cronologicamente. La storia ha un passato, come avrete già capito, un passato dove sono successe cose che non si possono ignorare ai fini della storia che vivono adesso Harry e Draco. Ma pian piano, specialmente grazie ad alcuni flashback, si capisce tutto.
Per le espressioni, diciamo che è una fan fiction, e per stile si allontana un po' da quello di J.K.Rowling. La scuola è finita, e il mondo dove vivono è quello reale. E, diciamocelo, è normale che un ragazzo usi parole come "cazzo" al posto di "cavolo". Per quanto riguarda espressioni come "prendere la bacchetta e mandare fuori il Grifondoro a saette in culo", beh, certo non è la frase adatta ad un libro per bambini, ma ho voluto dare alla fic un profilo di velata ironia, cercando sempre di non esser mai volgare.
Stasera posto il secondo capitolo. E' prestino per farlo, ma sono contento che abbiate commentate così in tanti :-D


siiiiiiiiiiiiiiiiii!!!..non vedo l'ora di leggerlo^^
avatar
OvittaCopuLli
Divinità Capo di Skins Italian Forum
Divinità Capo di Skins Italian Forum

Femminile
Numero di messaggi : 2250
Età : 27
Località : brescia
Data d'iscrizione : 26.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lost and Delirious

Messaggio Da Light. il Mer Mag 21, 2008 9:43 pm

2.

Draco aprì gli occhi.
Subito li richiuse, cercando di sprofondare nel sonno e tornare in quella dimensione tanto sconosciuta e tanto affascinante.
Capì subito che era inutile. Pensò a ciò che aveva sognato. Sempre lo stesso sogno... un sogno bello, emozionante, vivo. Ma quale sogno? Si sforzò di ricordare, ma senza risultati.
Rassegnato, controllò la sveglia. Otto e cinquanta. Considerato che era andato a letto quasi alle sei, calcolò tre ore di sonno. Nella media, insomma.
Si alzò dal letto, intontito ma sveglio. Arrivato in cucina, mise la caffettiera sul fuoco. Mentre aspettava che il caffè fosse pronto, andò in soggiorno ed accese la televisione. Un documentario, un telegiornale, un cartone animato... Nulla di interessante, però.
Di colpo vide la striscia di legno rossa sul tavolino vicino alla poltrona lasciata lì la notte precedente. Ovvero tre ore prima.
Un'ondata di nostalgia, tristezza, e malinconia lo investì in pieno.
Sorseggiando il suo caffè, cinque minuti dopo, decise cosa fare quella mattina. Sarebbe dovuto andare il giorno prima ma in seguito alla "rimpatriata" con Potter aveva preferito posticipare la visita. Senza finire il caffè, uscì di fretta dalla cucina, silenzioso e veloce come un fantasma.

****

Arrivò all'ingresso del cimitero verso le dieci. Entrando rabbrividì.
A passi sicuri si mosse tra le file di lapidi marmoree che affollavano quei prati. D'improvviso sentì il desiderio di non essere lì. Ma ormai era arrivato, non aveva senso tornare indietro. E poi erano settimane che non ci andava.
Superate le file principali di tombe, arrivò davanti ad un edificio di marmo rosa che si estendeva a destra e sinistra per parecchie decine di metri. Tra tutte le porte presenti - ce ne erano una dozzina - scelse la terza da sinistra. Sopra lo stipite una scritta dorata risaltava sul rosa del marmo: Famiglia Malfoy.
Inserì la chiave, ed entrò.
Un interno buio lo accolse, una stanza circolare con sei aperture, ognuna conducente ad una stanza più piccola.
Varcò la seconda apertura e giunse davanti ad un tavolo decorato con orifizi dorati e coperto da un centrino di velluto. Sopra di esso due urne austere e tempestate di gemme. Il lusso dei Malfoy...
Si concesse una decina di minuti da condividere coi suoi genitori. Non pregò, non l'aveva mai fatto prima d'ora. Non era credente, ne voleva fingere di esserlo.
Semplicemente fissò le urne, e i nomi dei suoi genitori scritti su di esse. Non si mise a parlare con loro, tanto sapeva che non lo avrebbero sentito. Ogni volta che in un film o in un libro qualcuno andava in cimitero e si metteva a "chiacchierare" con i defunti, Draco rideva della cosa. Che assurdità... E poi, cosa avrebbe potuto raccontare loro? Che da un anno la sua vita si era ridotta a vegetare all'interno di quella casa buia e fredda? Che viveva di caffè, crackers, e dolore?
Dopo dieci minuti, si volse e si diresse verso l'uscita. Prima di aprire la porta, però, diede un'occhiata all'apertura vicina a quella dove riposavano le ceneri di Lucius e Narcissa Malfoy. Conteneva un tavolo identico a quella della stanza vicina, ma sopra di esso non c'era nessun urna. Quella era la sua "stanza". La sua tomba personale. Pensò a se stesso ridotto ad un mucchio di cenere, dentro un urna lavorata a mano dai migliori orafi d'Inghilterra. Chi sarebbe venuto a trovarlo? Nessuno, grazie alla nuova vita sociale intrapresa da quasi un anno.
Uscì al freddo del cimitero, e ripercorse i precedenti passi.
Si bloccò, però, quando una brezza fredda e tagliente lo colpì in pieno: aveva portato con se, fino alle sue narici, uno strano odore. Non cattivo, anzi. Un profumo che Malfoy conosceva. Un profumo particolare e intenso.
L'aveva sentito per sette anni, e anche il giorno prima a casa sua.
Era l'odore naturale di Potter. Un misto tra miele, fragole, e estate. O almeno così gli sembrava.
Draco non credeva che il detestabile Grifondoro fosse lì - magari era solo un caso - ma per curiosità guardò in direzione di dove era arrivata la brezza.
Una fila di pioppi divideva il cimitero in due settori.
Cambiò direzione, e proseguì verso destra. Arrivato nella zona due del cimitero, vide altre lapidi, alcune tombe di pietra, e un altro edificio rosa come quello appena visitato.
E poi vide lui.
Stagliato tra il verde dell'erba e il bianco del marmo, il cielo bianco e nuvoloso gli dava una riflesso quasi spettrale.
Rimase a fissarlo per due minuti, senza rendersene conto. Voleva parlargli? O andarsene come se niente fosse? Non lo sapeva. Ma la sua dannata curiosità prevalse di nuovo.
Voleva sapere perché Harry Potter si trovasse in quel cazzo di cimitero alle dieci di mattina di una giornata piovosa e lugubre come quella. Dandosi mentalmente della pettegola curiosona, si avviò verso di lui.
Questo si voltò quando ancora due metri li distanziavano.
- Ehi - uscì dalla bocca di Potter.
- Ehi - disse Malfoy.
- Come mai qua? - chiese Harry.
Draco alzò un sopracciglio. Era davvero così stupido, o voleva solo farlo sembrare al mondo intero?
- Secondo te? Di certo non sono venuto a comprare una lampada UVA.
Harry sorrise.
- Intendevo: perché in questa zona del cimitero? Voglio dire, i tuoi... i tuoi sono... di là - concluse, muovendo appena il capo per indicare la zona A del cimitero.
- Come fai a saperlo?
Il moro non rispose, e ripeté la sua domanda.
- Come mai qua?
- Ho sentito il tuo profumo - sbottò Draco senza pensarci.
Idiota, idiota, idiota...
- Cosa? - chiese Harry senza capire.
- Beh, ho sentito il tuo odore e ho seguito... la scia - disse Draco impacciato, rendendosi conto dell'assurdità delle sue parole.
- E te perché sei qua? - chiese subito dopo.
Di nuovo l'altro non rispose. Abbassò lo sguardo.
E solo allora Draco si rese conto della lapide che Potter aveva davanti. I suoi occhi veloci e curiosi cercarono subito il nome del defunto. Lo trovarono, e per Draco fu come un colpo d'ascia alla base del collo.
Hermione Jane Granger.



------------------------------------------------

Ecco il secondo capitolo. Lo so, lascia più dubbi che chiarimenti, ma col prossimo capitolo si saprà qualcosa di più. Voi che ne pensate? Mi raccomando, commenti a palate!


Ultima modifica di Light. il Gio Giu 19, 2008 2:49 pm, modificato 1 volta

_________________

Dove si trova la bellezza? Nelle grandi cose che, come le altre, sono destinate a morire, oppure nelle piccole che, senza nessuna pretesa, sanno incastonare nll'attimo una gemma di infinito?

Lost and Delirious
avatar
Light.
Admin

Maschile
Numero di messaggi : 3201
Data d'iscrizione : 07.02.08

Vedi il profilo dell'utente http://skins.forumitalian.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lost and Delirious

Messaggio Da Jack il Mer Mag 21, 2008 9:54 pm

il secondo capitolo è a dire poco fantastico!la fine ti giuro mi ha lasciato paralizzato!fantastico fantastico fantastico....solo due cose che non mi piacciono:
1-"Voleva sapere perché Harry Potter si trovasse in quel cazzo di cimitero"
sai già che ti dirò che secondo me "cazzo di cimitero" rovina l'atmosfera creata ....
2-"Dandosi mentalmente della pettegola curiosona" ...questa no veramente... cioè pettegola curiosona messo in una situazione così cupa e di mistero rovina tutto .....
però veramente ripeto che per il resto è davvero bello!!!complimenti!
p.s
non potresti aprire un altro topic per ogni capitolo se no si confondono i commenti del primo secondo ecc..
avatar
Jack
SemiDio
SemiDio

Maschile
Numero di messaggi : 1170
Età : 23
Località : Milano
Data d'iscrizione : 04.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lost and Delirious

Messaggio Da Gianfo il Gio Mag 22, 2008 11:38 am

commento anche io...
bello come atmosfera e suspance... forse i dialoghi in alcune situazioni sono un pò poveri e troppo confidenziale per due che si detestano... Un conto è che Harry è andato a casa per una cosa che DOVEVA fare e un conto è quando lo trova al cimitero gli chiede cosa ci fa Malfoy da quelle parti, io ci avrei visto meglio un frase un pò + gelida o strafottente....
e poi un'altra cosa che nn mi convince del tutto è la vita di Malfoy... Capisco che si è ridotto ad una vita atona, ma da come l'hai descritta è quasi una vita babbana, e un purosangue del calibro di Malfoy nn credo che anche nelle sue peggiori condizioni la condurrebbe mai...
x il resto mi incuriosisce molto il resto della storia Wink
avatar
Gianfo
SemiDio
SemiDio

Maschile
Numero di messaggi : 948
Età : 29
Località : Roma nord/est
Data d'iscrizione : 17.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lost and Delirious

Messaggio Da big chiara jones il Gio Mag 22, 2008 6:54 pm

MA IO HO VISTO QUESTO THREAD SOLO ADESSO!!!!o.O urge davvero una visita specialistica -_-...che bellezza leggere una tua ff teso!!!!!^^ mi è piaciuta davvero molto...mi intriga tantissimo sapere cosa sia successo e come si sono svolti i fatti tra quei due...adoro Draco nelle ff...mi piace molto più che nell'opera originale XD...a parte i miei soliti ciarlamenti, dal punto di vista stilistico mi è piaciuta parecchio...a parte qualche espressione che "gracchiava" un po'(e non mi riferisco a "cazzo"), stilisticamente l'ho trovata attuale e verosimile alle contigenze, e coerente con il modo di fare del personaggio...MI è piaciuta molto anche la situazione sciatta e da babbano di Draco, perchè come ha detto Gianfo, un "purosangue" come lui non condurrebbe mai una vita del genere...perciò mi chiedo cosa ha causato questo stile di vita e di essere...Il bello delle ff è proprio quello di manipolare i personaggi e le situazioni a proprio gusto, perciò i personaggi DEVONO essere differenti dall'originale e assolutamente personali, in base al demiurgo che li scrive!Ma hermione!!!!T___T poveraaaa...che le è successo????Sono troppo curiosaaa!!!!Posta presto teso!!!! (sembra uno scioglilingua XD)
avatar
big chiara jones
Divinità Capo di Skins Italian Forum
Divinità Capo di Skins Italian Forum

Femminile
Numero di messaggi : 2449
Età : 29
Località : Messina
Data d'iscrizione : 11.02.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.myspace.com/bigchiarajones

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lost and Delirious

Messaggio Da big chiara jones il Gio Mag 22, 2008 6:56 pm

ah dimenticavo!Complimenti per il titolo!!!^__^
avatar
big chiara jones
Divinità Capo di Skins Italian Forum
Divinità Capo di Skins Italian Forum

Femminile
Numero di messaggi : 2449
Età : 29
Località : Messina
Data d'iscrizione : 11.02.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.myspace.com/bigchiarajones

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lost and Delirious

Messaggio Da Konrad37 il Gio Mag 22, 2008 7:05 pm

Sad perché è morta hermione???non vedo l'ora di saperlo...mi sto davvero appassionando...cmq non sapevo sapessi scrivere così bene...bravo gian!!!
avatar
Konrad37
Divinità Capo di Skins Italian Forum
Divinità Capo di Skins Italian Forum

Maschile
Numero di messaggi : 5004
Età : 23
Località : 日本
Data d'iscrizione : 08.02.08

Vedi il profilo dell'utente http://1checcacometnt.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lost and Delirious

Messaggio Da Light. il Gio Mag 22, 2008 7:52 pm

Che bello, quanti commenti! Grazie!!

Per rispondere a GIanfo: è vero, il rapporto usuale Harry/Draco non c'è, o almeno c'è in parte. Ma quello che è successo tra i due è una cosa molto pesante: parlare a qualcuno i cui genitori sono morti per causa tua è molto difficile. Per il resto, ho cercato il più possibile di non far andare i personaggi Out of Character.

A Chiara: lo so, il titolo è una delle cose che davvero mi piacciono di questa fanfiction. Più avanti andrai a leggere, più capirai quant'è azzeccato, soprattutto se hai visto il film omonimo.

Ultima cosa.. mi sono dimenticato di dirla, ma è importantissima. Questa storia non tiene conto di ciò che è narratto nel sesto libro e nel settimo. E' una storia ambientata dopo la guerra magica, ma immagino avrete già capito che il finale della guerra scritto dalla Rowling è diverso da quello che ho immaginato io.

Domani aggiorno. Very Happy

_________________

Dove si trova la bellezza? Nelle grandi cose che, come le altre, sono destinate a morire, oppure nelle piccole che, senza nessuna pretesa, sanno incastonare nll'attimo una gemma di infinito?

Lost and Delirious
avatar
Light.
Admin

Maschile
Numero di messaggi : 3201
Data d'iscrizione : 07.02.08

Vedi il profilo dell'utente http://skins.forumitalian.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lost and Delirious

Messaggio Da Light. il Ven Mag 23, 2008 2:27 pm

3.

- Ecco - disse Draco, sedendosi sulla panchina, vicino a Harry.
- Grazie - mormorò questo, accettando il bicchierone di carta del Takeaway Coffe che l'altro gli porgeva.
Il biondo iniziò a sorseggiare il suo caffè, osservando il parco. Un signore in tuta e scarpe da trekking correva ai lati del marciapiede, una donna passeggiava portando avanti un passeggino, e una coppia di ragazzi stava pomiciando appoggiata al tronco di un albero.
- Ma mi stai ascoltando? - sbottò Harry, irritato.
Draco si riscosse dalla sua analisi del parco, arrossendo. - Scusa - disse, distratto.
- Stavo dicendo che avevo chiesto un cappuccino, non un caffè... amaro, per giunta.
- La prossima volta te lo vai a prendere te - rispose Draco, ancora distratto. Che diavolo ci faceva a Green Park con Potter? Perchè era stato tanto stupido da chiedere al moretto di andare a prendersi qualcosa di caldo al parco?
Perchè voglio sapere fu la risposta che si diede.
Silenzio. Per un lungo, eterno, minuto, solo silenzio. Poi la voce di Draco, tagliente e veloce.
- La amavi, vero?
Silenzio. Per altri trenta secondi, solo silenzio.
- Sì.
- Lo... lo sospettavo. Mi erano giunte voci durante gli ultimi mesi di scuola che tu e la... che tu e lei vi eravate messi insieme.
Harry non disse niente. Il suo sguardo era perso nel vuoto, e la sua mascella serrata e rigida.
- Sai... mi dispiace davvero.
Dopo alcuni interminabili secondi, Harry trovò la forza di parlare. E la sua voce incrinata era velata di tutta la tristezza del mondo.
- L'amavo, sì. E lei mi amava. La mia soulmate, la mia anima gemella. Non hai idea di cosa ci univa, del legame che c'era tra di noi. Io... io pensavo di morire. Anzi, peggio. Di morire soffrendo, agonizzando, nel peggiore dei modi, quando se ne è andata. Perchè con lei se ne è andata una parte di me. La parte più importante.
Quelle parole fecero accelerare il battito cardiaco di Draco. Erano intense, passionali, capaci di irradiare energia. Capaci di commuovere anche un cuore di ghiaccio come il suo.
- E come... come l'hai persa?
- Nello stesso modo in cui tu hai perso i tuoi genitori. Per colpa della guerra, di Voldemort. Per colpa di questo fottuto e ingiusto mondo del cazzo. Non doveva morire, tutto qui. Non se lo meritava.
Le sue parole erano cariche di frustrazione, e a Draco dispiacque dover riaccendere ricordi tanto dolorosi. E ciò non aveva senso... erano Draco Malfoy e Harry Potter: non avrebbe dovuto provar dispiacere nel ferire il rivale. Qualcosa non tornava.. evidentemente il tempo cambia molte cose, anche radicalmente. Perso nei suoi pensieri, non si accorse che Harry aveva ripreso a parlare.
- ... ero lì. E ho visto tutto. In meno di quattro anni ho visto morire cinque persone, e la quinta era lei. E' stato come ricevere una stilettata al cuore, un colpo forte e deciso ai polmoni. Mi sentivo svuotato. E se non fosse stato per i miei amici, non avrei mai avuto il coraggio di portare a termine il mio compito.
Draco, dimenticatosi del caffè, ormai freddo, voleva sapere qualcosa di più. Dopo la scomparsa dei suoi genitori, non aveva più saputo niente. Solo che il Signore Oscuro era stato sconfitto, questo sì. Di seguito si era barricato in casa, e da quel giorno aveva incontrato solo due persone appartenenti al suo passato. Ormai tre…con Potter.
- Dimmi... dimmi di più. Raccontami. Non ho... non ho saputo niente, dopo quel che è successo.
Harry scosse la testa.
- No, Draco, non me la sento. Non hai saputo niente, perchè non hai voluto. E sinceramente adesso non ho voglia di riassumerti l'intera Seconda Guerra Magica. Tra un po' di anni la troverai nei libri di Storia della Magia, non preoccuparti. Basta attendere un po'.
Un sorriso era comparso sul volto di Harry.
Il biondo, dal canto suo, sentì una punta di irritazione. Quel testardo babbanofilo di un Potter e il suo humor...
- Posso sapere... posso sapere almeno chi è stato?
- A fare cosa?
- A uccidere... a ucciderla.
- Puoi anche dirlo…il suo nome, Malfoy. Non avrò nessuna crisi isterica se lo sentirò pronunciare…- disse amareggiato.
- Va bene.
Harry si alzò, portando il caffè al cestino dell'immondizia. Poi si voltò a guardare Draco. Il flebile sole che filtrava tra le nubi del cielo londinese bastava a illuminare di riflessi dorati i suoi capelli.
- Ora è meglio andare.
- Non mi hai ancora risposto - sibilò Draco, osservandolo.
Silenzio.
- Chi è stato?
Silenzio.
- Harry... chi cazzo è stato?
Il moro sospirò.
- Tuo padre.


Ultima modifica di Light. il Gio Giu 19, 2008 2:48 pm, modificato 2 volte

_________________

Dove si trova la bellezza? Nelle grandi cose che, come le altre, sono destinate a morire, oppure nelle piccole che, senza nessuna pretesa, sanno incastonare nll'attimo una gemma di infinito?

Lost and Delirious
avatar
Light.
Admin

Maschile
Numero di messaggi : 3201
Data d'iscrizione : 07.02.08

Vedi il profilo dell'utente http://skins.forumitalian.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lost and Delirious

Messaggio Da luchino93 il Ven Mag 23, 2008 3:03 pm

Shocked Shocked affraid affraid Shocked Shocked affraid affraid
avatar
luchino93
Principiante
Principiante

Maschile
Numero di messaggi : 49
Località : Casa Mia (San Donà Di Piave)
Data d'iscrizione : 19.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lost and Delirious

Messaggio Da Jack il Ven Mag 23, 2008 3:05 pm

Questo secondo me è il capitolo migliore!!!!troppo bello!!La fine ti lascia proprio O.O ... cmq solo una cosa... non puoi fare un topic per ogni capitolo che se no diventa difficile e scomodo andarsi a ricercare quelli vecchi ... solo questo il resto è bellissimo
avatar
Jack
SemiDio
SemiDio

Maschile
Numero di messaggi : 1170
Età : 23
Località : Milano
Data d'iscrizione : 04.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lost and Delirious

Messaggio Da big chiara jones il Ven Mag 23, 2008 4:59 pm

oddeiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!Chappy perfetto gian!!!!Sono sempre più curiosaaaa!!!!!
avatar
big chiara jones
Divinità Capo di Skins Italian Forum
Divinità Capo di Skins Italian Forum

Femminile
Numero di messaggi : 2449
Età : 29
Località : Messina
Data d'iscrizione : 11.02.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.myspace.com/bigchiarajones

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lost and Delirious

Messaggio Da Konrad37 il Ven Mag 23, 2008 6:16 pm

Evil or Very Mad bastardo di un Malfoy Evil or Very Mad
avatar
Konrad37
Divinità Capo di Skins Italian Forum
Divinità Capo di Skins Italian Forum

Maschile
Numero di messaggi : 5004
Età : 23
Località : 日本
Data d'iscrizione : 08.02.08

Vedi il profilo dell'utente http://1checcacometnt.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lost and Delirious

Messaggio Da OvittaCopuLli il Ven Mag 23, 2008 8:11 pm

bello bello bello bello^^
avatar
OvittaCopuLli
Divinità Capo di Skins Italian Forum
Divinità Capo di Skins Italian Forum

Femminile
Numero di messaggi : 2250
Età : 27
Località : brescia
Data d'iscrizione : 26.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lost and Delirious

Messaggio Da Gianfo il Sab Mag 24, 2008 12:14 pm

mi piace sempre di + il filo narrativo... però secondo me ci dovrebbero essere + frecciatine e punzecchiature tra i due... sembrano troppo amici, o almeno sembra che lo stiano diventando... se quest'ultimo è il tuo fine allora ci sta tt...
avatar
Gianfo
SemiDio
SemiDio

Maschile
Numero di messaggi : 948
Età : 29
Località : Roma nord/est
Data d'iscrizione : 17.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lost and Delirious

Messaggio Da Light. il Sab Mag 24, 2008 8:11 pm

@ Jack: solitamente preferisco un unico topic per fan fiction. Se dovessi aprire un topci per capitolo, intaserei tutta la sezione con 30 capitoli che creerebbero solo intrigo.

Ecco il quarto capitolo. Unoi dei miei preferiti, insieme al quinto Cool




4.

Accadde tutto in pochi secondi.
Stava sfogliando una tediosa rivista in salotto, mezzo addormentato, quando accadde.
Bastò sentire il cinguettio degli uccelli - quando mai c'erano stati uccelli nel suo giardino? - per scuoterlo dal torpore, e, quando uno spiraglio di sole entrò magicamente dalla finestra, lui era già in piedi.
Si avvicinò cauto alla vetrata che dava sul giardino interno.
Roba da non crederci... non provava quella sensazione da quasi un anno. Dopo mesi di "lock-in", aveva un'ormai sconosciuta voglia di uscire. Non per far la spesa o per comprarsi un paio di calzini. Voleva semplicemente uscire di casa, magari per una passeggiata sotto casa o per bersi una birra in un pub.
L'euforia, comunque, cessò subito.
Non solo non sapeva con chi uscire, ma la cosa gli sembrava troppo assurda per essere fattibile. Forse era stato un semplice abbaglio... perchè mai avrebbe dovuto avere il desiderio di uscire di casa?
Posticipando la risposta al quesito, si lasciò sprofondare sul divano, in attesa che il sonno lo vincesse. Sarebbe stato perfettamente normale riuscire a dormire un po' - visto che quella notte aveva riposato solo quattro ore - ma sperare che la cosa fosse possibile rasentava la stupidità.
Di colpo, scattò in piedi.
Questa volta, però, non era stato il cinguettio degli uccelli a scuoterlo, bensì lo strano e poco udito - perlomeno in quella casa - suono del campanello.

****

Draco ammutolì. E vai col bis…
- Ciao Draco - disse Harry, il sorriso largo come una banana.
- Ehi - riuscì a dire l'altro, tirando la bocca nel vano tentativo di sorridere. Quel che ne venne fuori era l'espressione di uno che ha appena scoperto di aver partorito uno Snaso.
- Che entusiasmo - ironizzò Harry.
Draco non disse niente: dopo quel che Potter gli aveva detto due giorni prima - cioè che suo padre era responsabile della morte della ragazza del moro - il giovane erede dei Malfoy aveva fatto di tutto per dileguarsi all'istante. Imbarazzo, forse. O forse, solamente per il senso di colpa.
- Non devi sentirti responsabile - disse poi Harry, tornando serio. - Davvero, dammi retta. Non è assolutamente colpa tua, ne di tuo padre. Mi ci sono voluti sette mesi per convincermene, e non rovinare tutto, ok?
Non potè fare a meno che annuire.
- Bene - riprese Harry, confortato. - Mmh, sei sicuro di stare bene?
- Perchè?
- Hai delle occhiaie...
- Sì, lo so. Non dormo molto di recente.
Harry non disse nulla, e si fece pensoso. La cosa irritò parecchio l’ex-serpeverde.
- Smettila di fissarmi o di pensare a una possibile medicina contro l'insonnia, Potter. Le ho provato tutte, ormai. Piuttosto, cosa volevi dirmi?
Il volto di Harry tornò luminoso.
- Ah, si! Ecco, sono venuto a prelevarti. Mettiti qualcosa di più guardabile di questo pigiamino, e seguimi.
Okay, forse di recente Draco aveva un po' toccato il fondo... ma non era ancora arrivato al punto di prendere ordini da un Grifondoro. E soprattutto non da Harry Potter.
- Scordatelo.
- Cazzo, Draco, fa' come ti ho detto. Non puoi ridurti a vivere come un vegetale per il resto dei tuoi giorni.
Un nervo pulsò sulla tempia di Draco, cosa che a Harry fece ricordare disgustosamente Piton.
- Cosa diamine ti interessa di quel faccio io, Potter? - fece Draco, la voce aumentata di tre dozzine di decibel. - Come ti permetti di piombare in casa mia e darmi ordini? COME CAZZO DI PERMETTI? Cosa sei, il buon samaritano di Londra?
Harry scoppiò a ridere. E quando, dopo venti secondi, non aveva ancora smesso di ridere, un secondo nervo sulla tempia di Draco si unì al primo.
- Posso sapere... cosa diavolo... ci trovi... di così divertente?
- E' solo... - singhiozzò Harry tra le risate - che mi hanno chiamato in moltissimi modi. Il bambino sopravissuto, l'eroe dei maghi, il prescelto, e altre stronzate varie... ma non mi hanno mai chiamato buon samaritano.
Forse per la tensione accumulata, o per semplice voglia di farlo, si abbandonò anch'esso ad un sorriso... e anche sincero.
La cosa non sfuggì a Harry.
- Vedi che in fondo la voglia di uscire c'è... Forza, corri a vestirti.
- E dove andiamo... noi due da soli?
- Oh, non saremo soli - rispose con uno sguardo enigmatico.
- Posso almeno sapere dove andiamo, re del mistero?
Harry scosse la testa.
- Vedrai.


Ultima modifica di Light. il Gio Giu 19, 2008 2:48 pm, modificato 1 volta

_________________

Dove si trova la bellezza? Nelle grandi cose che, come le altre, sono destinate a morire, oppure nelle piccole che, senza nessuna pretesa, sanno incastonare nll'attimo una gemma di infinito?

Lost and Delirious
avatar
Light.
Admin

Maschile
Numero di messaggi : 3201
Data d'iscrizione : 07.02.08

Vedi il profilo dell'utente http://skins.forumitalian.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lost and Delirious

Messaggio Da OvittaCopuLli il Sab Mag 24, 2008 8:16 pm

aaaaaah..voglio leggere il prossimo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
avatar
OvittaCopuLli
Divinità Capo di Skins Italian Forum
Divinità Capo di Skins Italian Forum

Femminile
Numero di messaggi : 2250
Età : 27
Località : brescia
Data d'iscrizione : 26.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lost and Delirious

Messaggio Da Konrad37 il Dom Mag 25, 2008 12:30 pm

bello...hai qualcosa in contrario se me lo stampo e lo faccio leggere hai miei amici? Very Happy
avatar
Konrad37
Divinità Capo di Skins Italian Forum
Divinità Capo di Skins Italian Forum

Maschile
Numero di messaggi : 5004
Età : 23
Località : 日本
Data d'iscrizione : 08.02.08

Vedi il profilo dell'utente http://1checcacometnt.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lost and Delirious

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 11 1, 2, 3 ... 9, 10, 11  Seguente

Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum